INDIPENDENZA E CONVERGENZA DEGLI ATTRIBUTI.

Articolo correlato: SPINOZA: INTRODUZIONE ALL’ETICA. Articolo correlato: SPINOZA: CAUSALITÀ E PRIMI ASSIOMI GENERALI. Articolo correlato: NECESSARIETÀ ED INFINITÀ. All'assoluta infinità di Dio, Spinoza fa seguire però una conseguenza particolarmente profonda: questa è de facto l'unica sostanza infinita esistente. Dovesse, quindi, esistere una sostanza assolutamente infinita, questa non potrebbe essere altrove che in Dio. Il che implica, a sua volta, altre … Leggi tutto INDIPENDENZA E CONVERGENZA DEGLI ATTRIBUTI.

NECESSARIETÀ ED INFINITÀ.

Articolo correlato: SPINOZA: INTRODUZIONE ALL’ETICA. Articolo correlato: SPINOZA: CAUSALITÀ E PRIMI ASSIOMI GENERALI. Spinoza sostiene come una sostanza - se è tale ed in quanto tale - non può essere causata da altro. Parlare di "sostanza creata" significa formulare un ragionamento contraddittorio in quanto «se una sostanza potesse essere prodotta da altro, la sua conoscenza dovrebbe dipendere dalla … Leggi tutto NECESSARIETÀ ED INFINITÀ.

SPINOZA: CAUSALITÀ E PRIMI ASSIOMI GENERALI.

Articolo correlato: SPINOZA: INTRODUZIONE ALL’ETICA. Come detto, tutta la Parte Prima dell'Etica è dedicata alla metafisica. Obiettivo di questa argomentazione è giungere alla dimostrazione che esiste una sola ed unica sostanza: Dio. Spinoza non tarda a mostrare le caratteristiche fondamentali di questa sostanza: è infinita e tutto ciò che esiste altro non è che una modificazione della … Leggi tutto SPINOZA: CAUSALITÀ E PRIMI ASSIOMI GENERALI.

SPINOZA: INTRODUZIONE ALL’ETICA.

Pubblicata postuma (1677), l'Etica di Spinoza è un voluminoso progetto filosofico strutturato lungo cinque parti. Al suo interno è raccolto il fulcro del pensiero filosofico spinoziano: dalla metafisica (Parte Prima), passando per la conoscenza e lo studio delle passioni (Parte Seconda e Terza), si giunge fino alla trattazione della morale (Parte Quarte e Quinta). L'opera, ad … Leggi tutto SPINOZA: INTRODUZIONE ALL’ETICA.

CENNI DI MORALE TEORETICA: LINGUAGGIO.

Articolo correlato: MORALE E ONTOLOGIA. Articolo correlato: MORALE E GNOSEOLOGIA. Articolo correlato: CENNI DI MORALE TEORETICA: FORME DI ETICA. Con il termine "Metaetica" si suole indicare la cosiddetta Filosofia Linguistica, una corrente di pensiero stando alla quale la difficoltà della comprensione di un particolare concetto non risiede tanto nella complessità dell'argomentazione stessa quanto, piuttosto, nell'impossibilità per gli interlocutori … Leggi tutto CENNI DI MORALE TEORETICA: LINGUAGGIO.

CENNI DI MORALE TEORETICA: FORME DI ETICA.

Articolo correlato: MORALE E ONTOLOGIA. Articolo correlato: MORALE E GNOSEOLOGIA. Per "etica" intendiamo indicare lo studio di un fenomeno morale; con il termine "moralità", quindi, ci rivolgiamo all'insieme dei comportamenti che costituiscono una precisa etica. Naturale che tali comportamenti siano influenzati e si basino su credenze e valori, mutabili nel corso del tempo e, a loro volta, … Leggi tutto CENNI DI MORALE TEORETICA: FORME DI ETICA.

MORALE E GNOSEOLOGIA.

Articolo correlato: MORALE E ONTOLOGIA. Da un punto di vista più prettamente gnoseologico, per quanto concerne lo studio della moralità, si è soliti affrontare la discussione in riferimento alla contrapposizione tra "cognitivismo" e "non cognitivismo". Analizziamo con attenzione questi due paradigmi concettuali. La lettura cognitivista di un'idea morale si costituisce di asserzioni dal carattere per lo … Leggi tutto MORALE E GNOSEOLOGIA.

MORALE E ONTOLOGIA.

Analizzare l'aspetto ontologico dell'etica significa comprendere i contenuti dei principi morali di cui la stessa si costituisce. Tale comprensione può ridursi ad una mera descrizione - "intuizionismo" - o alla formulazione di disquisizioni più o meno profonde. Vediamo di esporre qualche riflessione in riferimento alle ontologie più conosciute: "Soprannaturalismo": si è soliti fare riferimento alla … Leggi tutto MORALE E ONTOLOGIA.